Archivio Pagano

L’esposizione dei bozzetti di Mauro Pagano nel ridotto del Teatro a lui dedicato è un atto doveroso: solo così si interpreta la volontà della Famiglia che ha donato al Comune questa produzione, affinché si perpetuasse il suo nome nella memoria di ciascuno. Egli ha lavorato intensamente nella sua breve vita, allestendo le scene teatrali dell’opera lirica con una ricerca continua, un’attenzione al particolare, al dettaglio “senza gerarchie di precedenza”, poiché per l’artista “nulla è più importante, nulla meno importante”, dalla più modesta delle suppellettili, il pettine di un’acconciatura, il nastro di un abito, alla scena più spettacolare. L’universalità della sua arte nasce dalla maestria con cui disegna in modo capillare, quasi spasmodico, con un segno leggero, continuo, capace di esprimere l’interiorità del personaggio e di entrare in perfetta sintonia con l’ambiente che porta in scena. Gli stessi costumi, così minuziosi, così realmente fedeli alla ricostruzione dell’epoca, i tessuti mai casuali, poiché Pagano passava lunghe ore in sartoria, quasi volesse dominare sempre la situazione, testimoniano lo studio meticoloso che precedeva la realizzazione di qualsiasi evento. I suoi bozzetti sono vere opere d’arte; da essi si evince la passione dell’autore non solo per il Teatro, ma per una ricerca approfondita rivolta ad un’analisi continua che gli permette di sviluppare una grande flessibilità. cenerentola.
  La ricerca quindi deve essere intesa non fine a se stessa, ma necessità prioritaria del suo modo di essere; il vero protagonista era lui, l’artista; la sua anima traspare dai suoi personaggi, dai suoi animali, da tutti gli oggetti che ci sono pervenuti.








In ricordo dell'artista scarica qui la pubblicazione
Offers and bonuses by SkyBet at BettingY com
bambola parco